Fai il tuo gioco.

Cinici si nasce o ci si diventa?

Me lo domandavo stamattina, mentre ripensavo ad una situazione che ho dovuto affrontare, seppur indirettamente; non posso mettere nero su bianco il fatto accaduto, perchè non riguarda me e minerei la privacy di qualcuno a cui tengo, ma mi sono stupita di con quanto cinismo io abbia letto l’intero fatto. E di come, soprattutto, per me sia così naturale vederlo in quel punto di vista.

Nel leggere quelle parole mi domandavo ” ..e quindi?tu non vieni per quale motivo? per una cosa che già sapevi sarebbe successa da lì a poco? pensarci prima, no?”. Per un momento solo, un minuscolo attimo, ho pensato di essere io quella che vedeva la cosa nel modo sbagliato, di essere troppo insensibile e razionale.

Ok, non ho gradito COME la cosa mi sia stata detta, e forse covo in me anche una dose di gelosia, perchè mi sento come “scavalcata” e messa da parte per una persona che c’è da ben poco tempo, eppure la mia visione cinica reputo rientri nella normalità.Evidentemente no. Chiedendo ad amici vari, pare che solo io ( e un’altra amica) sia quella che trova tutto troppo esagerato. Quindi, di conseguenza passo per la stronza, insensibile: invece io trovo il loro modo di pensare  così stucchevole e costruito, e anche un filo egoistico.

Ma sono sempre stata così? io non me lo ricordo.

Forse il periodo negativo che mi sta accompagnando a braccetto ultimamente mi ha fatto cambiare modo di vedere le cose? o sono sempre stata così, ma non ho mai avuto modo di esternare davvero la mia vera natura? 

 

Il cinismo è semplicemente l’arte di vedere le cose come sono, non quali dovrebbero essere.

                                                                                                  – Oscar Wilde-

 

Annunci