Un altro rhum. Tutto d’un sorso, giù.

Odore di autunno, di foglie cadute, di favole spente..è tutto quello che mi è rimasto.

Basta un gelido soffio  di realtà per rendermi conto che ti ho persa.

Mi si stringe il cuore. Non voglio pensarci. Adesso no, ti prego..un addio per telefono. Mi hai lasciato solo.

Ho dovuto tenermi stretto il mio amore e ci sono state gocce di sangue nel mio silenzio.

Un altro rhum. Tutto d’un sorso, giù.

Voglio uccidere questo amore perchè è inutile, perchè non può toccarla ne far sì che la sua vita abbia nostalgia della mia.

Non importa quando sia lontana o vicina, la magia è finita.

Sento ancora la tua mancanza, sta diventando fastidiosa e pesante da quando ho deciso di dimenticare.

Non ho più voglia di essere uno dei tuoi errori.

Sono passati anni da quando ci siamo conosciuti, ma non la smetto di guardare quelle foto e rimango incantato da quegli occhi.

Dei piccoli e profondi occhi castani che mi bucano l’anima come incantesimo o maledizione.

Dato che non c’è verso di contaminare il suo ricordo, il suo ricordo contamina me, e  ogni notte, alle prime luci dell’alba, piccole creature voraci mi succhiano il cuore.

Sarò di nuovo solo ora che sto per svegliarmi.

Pugni al muro e pugnali nella mia schiena è l’ultimo grido di un feroce addio.

Tra il fastidioso rumore delle mie lacrime sfinite ti chiedo di perdonarmi per non averti saputo dimenticare.

Pensarti mi è facile almeno quanto respirare.

Non sono parole mie, ma parole che un tempo mi furono dedicate.

Ritrovate per caso mi sono messa a rileggerle con un po’ di timore e ingenuità: fanno parte di un passato che mi ha fatto male, ma ancora oggi sono state in grado di provocarmi un moto dell’animo e una certa commozione.

Rileggendo quelle righe ho provato quasi un sollievo..(non voglio essere fraintesa, non voglio passare per una insensibile..sto spiegando quello che ho sentito OGGI, aldilà della situazione che ho vissuto in quel passato) perchè forse non sono proprio cosi pessima e marcia come reputo di essere; se qualcuno, seppur in un momento di addio, mi ha dedicato pensieri così intimi, così furiosi e viscerali e colmi di un desiderio che non sarebbe più stato portato avanti..allora forse sono capace anche io di vivere e far vivere.

Ho solo bisogno di capire, come.

P1030467

Annunci