La giostra. (Voglio scendere)

Ma come si fa quando inizi a sentire  che non hai più voglia di combattere?

E inizi a pensare di lasciare andare che le cose vadano per la propria strada. Perchè tanto sembra non valga mai la pena reagire. Passi avanti: mai. Passi indietro: tanti. E sabbie mobili: perenni.

A volte mi domando cosa diamine debba fare ancora per dimostrare (alla vita? al karma? al mondo? agli altri?) che merito anche io un po’ di serenità. Non chiedo la Felicità. almeno la serenità. Cosa devo fare? Mi sembra di essere sempre messa alla prova. Ok, allora mettiamoci in gioco. E poi? Non vinco mai. E in questo caso “l’importante è partecipare” non vale.

E’ come sentirsi su una giostra che a lungo andare non ti piace più, ma non puoi scendere perchè non te lo permettono. E gira. Gira. Gira. E tu ad un certo punto sei stanco, stufo, intontito, atrofizzato.

C’è che mi sono stancata di aggrapparmi ogni volta alla frase “meglio di nulla”. Perchè è avvilente passare parte della vita a ripetersi questo per non cadere.

giostra_bn

C’è che mi sono rotta della giostra che gira a proprio piacimento.

C’è che mi sono rotta il cazzo.

Annunci