Quando la staffa era solo quella dei fuseax: orrori nell’armadio anni ’80.

Sulla scia di un paio di altri miei post che ci fanno fare un tuffo nel passato di almeno 25 anni, ho pensato fosse carino e divertente parlare, dopo i giocattoli, gli spot e gli oggetti che hanno fatto gli anni ’80/’90, anche degli indumenti che abbiamo (in molti casi, purtroppo) indossato (o che ci hanno fatto indossare, anche contro la nostra volontà di fanciulli).

I fouseaux con la staffa : praticamente sono i leggins di ora, ma quelli degli anni ’90 secondo me erano più audaci e trash rispetto a quelli di oggi (e ce ne vuole per dirlo). Ricordo che una mia compagna di classe li usava sempre di colori così sgargianti che pareva uno Stabilo umano. Gialli, fuxia, arancioni..Io invece li avevo, ma di colori sobri e bruttini..grigio topo, neri, marroni..(si, ero una sfigata), e li volevo rigorosamente con la staffa!! cosi si infilavano negli scarponcini e da lì non si schiodavano più.Una roba terribile!!Anche perchè all’epoca, sopra i fuseaux ci mettevano felponi , mica magliettine lunghe o maglioni coordinati..l’effetto era quello di un finto, ma realistico stile da barbone.

Le spalline sotto le giacche: cristo iddio sembravamo tanti giocatori di rugby con ste squadrature sulle spalle. ma perchè dico io? Forse l’utilizzo reale delle spcrimini-fashion-anni-80alline era quello di proteggerci dai pericoli del traffico cittadino? non so..tipo scudo, perchè davvero non ne capisco l’utilità nè la bellezza estetica di questa diavoleria.

I gilet: porca merda, io mettevo i gilet sopra le camicie.Ma dio mio, mia madre è sarta perchè permetteva di compiere questo scempio? ricordo un’accoppiata “vincente”che prevedeva una camicia sportiva color senape con le rifiniture e i bottoni ricoperti di stoffa a quadrettini verdi e bianchi..e sopra un gilet nero scamosciato.Rigorosamente da portare slacciato, eh! Mi prenderei a pugni da sola!

I capelli cotonati e il frisè:Si, lo so che non sono vestiti, ma fanno parte del patrimonio genetico di chi ha vissuto in quegli anni. I capelli di alcune donne raggiungevano delle altezze davvero vertiginose..mi domando come ci arrivavano a pettinarsi.capelli-anni-80

Ho sempre pensato che alcune usassero i capelli come la sacca di un canguro..per metterci gli oggetti..il rossetto, le chiavi di casa..al posto della pochette! E a me i capelli frisè piacevano pure!! (grazie al cielo però non me li sono mai fatti).

Le Tute: Ce n’erano di tutti i colori e per tutti i gusti, ma  spesso di nylon e , anche loro come i fuseax, di colori e fantasie immettibili! c’erano anche quelle che avevano i pantaloni “col cagotto”, alla turca per intenderci..e che, a mio avviso, ti facevano sembrare goffo e ciccione anche se non lo eri.. Poi c’erano anche quelle che si ristringevano sui polsi e alle caviglie amo’ di pianta carnivora. tuieqlh6cuyxpz9pw2mu Ma soprattutto la tuta si poteva mettere sempre e comunque: per fare sport, per andare a scuola, per stare in casa, per un funerale, un matrimonio. Non c’è limite, ahimè, alla tuta. E ovviamente era unisex.

(Notare nell’immagine il tipo all’estrema sinistra..che porta anche dei graziosi simil mocassini intonati coi pantaloni della tuta).

 

La fascia di spugna: che poi fa parte di una categoria più ampia, che è quella dell’indossare gli abiti sportivi, ovunque. A parte la già citata tuta, ricordiamo gli scaldamuscoli (sia con le scarpe da ginnastica che coi tacchi ) e i body. Questi ultimi si mettevano anche sopra i fuseax, e ovviamente con colori contrastanti e del tutto casuali.Ma la fascia di spugna perchè? C’è una sciura che viene nella mia stessa palestra che secondo me è ferma agli anni ’80 e indossa sempre una fascia fuxia sulla fronte..non so..le assorbe il sudore?le tiene la testa ferma e nella posizione giusta? Che poi se veniva usata per tenere a bada la frangetta, perchè farvela? Inutile porsi troppe domande. E come dimenticarsi i pantaloncini da ciclista? che ti facevano sudare in una maniera imbarazzante e se eri un po’ cicciotto ti bloccava la circolazione della coscia e diventavi una specie di zampone. Che poi finchè si è bambini (e io grazie al cielo li ho indossati solo in quell’età), ci stà..ma da più grandicelli quelle morse di materiale elasticizzato offrivano un’ evitabilissima e orrorifica visione genitale sia maschile che femminile (altro che zoccolo di cammello..)

C’è da dire che, per fortuna, alcuni capi tornano sempre di moda e, abbinati nel giusto modo, sono anche carini.(tipo i jeans a vita alta o i vestiti mono spalla e anche le camicie da boscaiolo), altri invece rimarranno sempre degli evergreen e si tramanderanno di generazione in generazione (come le All Stars ).

Ma voi,avete ricordo di qualche altro scempio di quegli anni e che non avete mai osato confessare?

 

 

 

 

Annunci