That’s me

Penso sia doveroso presentarmi in un paio di righe.

Da piccola sognavo di diventare archeologa e di avere un coniglio di nome Liquirizia, ora sono laureata  in Storia dell’Arte e ho un peluches che si chiama Leopoldo: razionalmente sognatrice.

Adoro cucinare i dolci e il mio cavallo di battaglia sono i brownies. Detesto i funghi, i carciofi e il sushi (ebbene si!).

In apparenza sembro tante cose, ma poi in realtà ne sono altre 100 diverse.

Sono buona, estremamente buona, ma se mi fate incazzare ..altro che l’ira funesta del Pelide Achille.

Amo il vento, la cannella, la tequila, il caffè, i libri, il curry, New York, l’arte, mettere le mani nella farina, ridere a crepapelle, le emozioni forti, la malinconia,la primavera inoltrata, il profumo delle pagine dei libri e il vin brulè.

In strada con l’ mp3 nelle orecchie mi capita di ballicchiare aspettando che il semaforo diventi verde. Il mio colore preferito è il viola. Il rosso non mi piace, ma ammetto che mi sta da dio.

La figura retorica che meglio mi rappresenta è l’ossimoro. Se non trasformo una cosa semplice in qualcosa di complicato non sono mai contenta.

Sono un po’ tamarra, ma da fuori (per fortuna ) non si vede.

Odio chi fa la vittima, i presuntuosi, chi nasconde il proprio voler stare al centro dell’attenzione sotto le spoglie di una persona sensibile ad ultruista: chi lo è è una merda.

Penso finirò col diventare una gattara, tipo quella folle dei Simpson.

p.s  il mio animale preferito è l’ornitorinco.

 

BeFunky_null_1.jpg